In seguito a un rinvenimento fortuito avvenuto nel 2001, nel sottosuolo di Palazzo Giampè in pieno centro storico sono stati effettuati lavori di scavo che hanno portato alla luce i resti di una domus romana, databile tra la seconda metà del I sec. a.C. e i primi decenni del I sec. d.C., composta da ben 13 stanze e da un peristilio, con importanti mosaici pavimentali e pareti che raggiungono l’altezza di oltre 4 m., decorate con tinte forti in rosso pompeiano e ocra e da quadretti con scene di vita familiare. In un ambiente è stata ritrovata una statua in terracotta, forse ritraente uno degli dei protettori della casa, Silvano, abitualmente riposto nel lararium, un’edicola sacra. Gli scavi sono proseguiti nei sotterranei del confinante Palazzo del Cardinale, all’interno di una struttura ricettiva, dove sono stati trovati estesi mosaici con decorazioni geometriche in tessellato relative all’atrio e al triclinio della stessa domus raggiungendo un’estensione totale di area 400 mq.

Via S. Antonio

Visite guidate

dal 12 agosto al 31 ottobre 2017: ogni sabato alle ore 15,00 con partenza dallo IAT di Piazza del Comune, costo € 9 prenotate al n. 0758138680 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 durata della visita circa 1 ora e 45 minuti –

lingua: italiano e inglese. Gruppi max 15 persone

prenotazione obbligatoria